Il Blog

Vorrei davvero raccontarvi la storia di com’è nato elaniazito.com e Zita, punto e a capo. Ma il fatto è che non c’è una storia vera e propria. Ho aperto il blog più o meno quando capii – con amara tristezza – che non avrei avuto più indietro il mio myspace. Non ricordo se sia stato in una notte buia e tempestosa (ma questo è molto probabile, perché le idee mi vengono sempre di notte), ma ho deciso di aprire elaniazito.com in quello che all’epoca era ancora una embrionale estensione wordpress.com.

All’inizio ci ho buttato dentro di tutto: una biografia lunghissima (che non so chi mai abbia avuto la forza di leggere), storie di vita universitaria e storie di vita romana. Ma, dopo averci riversato aneddoti e critiche al mondo crudele, a un certo punto della mia vita mi sono annoiata e ho parcheggiato elaniazito.com nel web. Lì, da solo, abbandonato nella Serp di Google.

Poi, quando ho capito che anche io potevo fare la mia parte nel web, ho deciso che era giunto il momento di darmi un tono e dare un senso a elaniazito.com. Così è nato Zita, punto e a capo: un blog nato sulla Laurentina, tra una chiacchiera e l’altra nella vecchia Lancia Y (che tante ne ha viste) della mia amica Giulia, in fila con 40° all’ombra in un pomeriggio di luglio datato 2014.

In questi anni, elaniazito.com ne ha viste tante e oggi Zita, punto e a capo è un blog per tutti, influencer e non, politicanti e astemi, uomini e donne. In questo spazio si parla dei temi che mi appartengono, per professione e per interessi personali: di Europa, politica, donne e comunicazione, oltre a raccolte, riflessioni ed editoriali.

Critiche e apprezzamenti sono sempre ben accetti, nel rispetto della netiquette.

Close Me
Looking for Something?
Search:
Post Categories: