SOTEU: che cos’è, a cosa serve e dove seguirlo

SOTEU

Il 15 settembre la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen terrà il Discorso sullo Stato dell’Unione, #SOTEU per chi volesse seguirlo su Twitter. Ma che cos’è e a cosa serve?


Il Discorso sullo Stato dell’Unione – State of the Union address, mutuato dal tradizionale discorso del presidente degli Stati Uniti, è l’annuale discorso che il presidente in carica della Commissione europea tiene a settembre per fare il punto socio ed economico-politico dell’Unione europea. Quest’anno si terrà il 15 settembre, sempre nel corso della plenaria del Parlamento europeo, e dunque sempre di fronte agli eurodeputati, ovvero i rappresentanti eletti dai cittadini.

SOTEU è stato istituito con il Trattato di Lisbona, in vigore dal 2009, con l’obiettivo di procedere nella direzione di rendere l’Unione europea più democratica, partecipata e trasparente. Accountable, potremmo dire in una sola parola. Con il discorso, il presidente in carica ripercorre i risultati conseguiti dalla Commissione europea nell’ultimo anno, anche rispetto al programma di governo, e presenta le priorità per l’anno successivo. Il Discorso sullo Stato dell’Unione del 2020 si è tenuto in piena pandemia e la presidente della Commissione europea ha sottolineato l’impegno che la Commissione europea, e l’Ue nel complesso, hanno tenuto per affrontare la pandemia: dal NextGenerationEU alle misure per garantire l’accesso ai vaccini, dallo Stato di diritto al terzo settore fino all’impegno per il Green Deal e l’Europa digitale, i due pilastri principali del programma della Commissione von der Leyen: non a caso, la presidente aveva sottolineato l’importanza di costruire “un’unione vitale in un mondo fragile”. Quello della pandemia, appunto.

Il Discorso sullo Stato dell’Unione 2021 non esime dal periodo che purtroppo stiamo ancora attraversando e dalle sfide che l’Unione europea sta gestendo. Sono i cinque i punti principali, ovvero gli interventi e le misure adottate in quest’ultimo anno proposti dalla Commissione nella timeline e che verranno affrontati nel Discorso, senza dimenticare le crisi internazionali e il ruolo che l’Unione europea si troverà ad occupare in queste:

  • la crisi sanitaria mondiale e il ruolo guida dell’Ue per uscirne;
  • NextGenerationEU – ” la promessa storica” firmata von der Leyen -, lo strumento da circa 800 miliardi tra prestiti e sovvenzioni per sostenere le riforme e gli investimenti degli Stati membri in favore della ripresa post pandemia, già avviato con la campagna #MakeItReal;
  • un’Europa “più verde, più digitale e più socialmente giusta”, con il Green Deal e il pacchetto “Fit for 55”, il Decennio digitale europeo e gli obiettivi sociali da raggiungere entro il 2030, sottoscritti dagli Stati membri nella Dichiarazione di Porto;
  • il nodo geopolitico, che comprende la cooperazione in materia di vaccini a livello internazionale\ (gli strumenti COVAX e l’acceleratore ACT sono stati promossi dall’Ue per la condivisione dei vaccini con i paesi a basso e medio reddito), i rapporti con il Regno Unito, l’impegno per il rispetto dei diritti umani e l’agenda Ue-USA;
  • più partecipazione e coinvolgimento della società attraverso la Conferenza sul Futuro dell’Europa, la piattaforma digitale multilingue per permettere ai cittadini europei di inviare le proprie proposte di riforma su diversi temi europei. Registratevi qui: è una bella opportunità per fare la vostra parte.

Follow:
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Me
Looking for Something?
Search:
Post Categories: